SBK, Aragon – Preview

La WSBK vola ad Aragon: chi sarà il re del weekend?

Il Campionato del mondo MOTUL FIM Superbike arriva ad Aragon, per il terzo round della stagione. Una tappa sicuramente avvincente che rivelerà quali delle due case, Ducati e Kawasaki, avrà l’egemonia.

Testo Valentina Gennari, foto Luca Gorini

Il dualismo tra le due pretendenti al titolo 2019 continua al Motorland di Aragon. Entrambe le case hanno ottenuto grandi risultati negli anni precedenti su questa pista e anche quest’anno sono accreditate come le favorite.

La moto emiliana si è rivelata una delle migliori del Motorland insieme alla Kawasaki: ben cinque trionfi per ciascuna casa. Le prestazioni da recordman di Alvaro Bautista (ARUBA.IT Racing – PanigaleV4 R) aiutano a pensare che la Ducati possa dominare ancora una volta la scena della SBK.

Dall’altra parte BMW: la casa bavarese ha vinto tre gare ad Aragon, ed è l’unica pista su cui può vantare questo risultato, aggiudicandosi il terzo gradino come miglior costruttore grazie a Marco Melandri, che vinse Gara 2 nel 2012 e a Chaz Davies, che ottenne la doppietta un anno dopo.

Altra faccenda per le altre giapponesi Yamaha e Honda, che nelle stagioni precedenti, (anche un po’ per sfortuna), non sono riuscite ad ottenere dei risultati superlativi.

Sul gradino più alto del podio per ben sette volte sul circuito nei pressi di Alcañiz, il gallese Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – PanigaleV4 R) sembra essere deciso a riscattarsi da questo inizio travagliato sfruttando la confidenza con questa pista:
“Di sicuro è una pista dove, almeno sulla carta, sono avvantaggiato e mi potrebbe aiutare a mascherare alcuni problemi ma dobbiamo ancora lavorare per trovare il miglior set-up possibile” ha spiegato Davies.
Il #7 di casa Aruba.it Racimg è determinato a salire sul podio, ottenendo così l’80esimo risultato nella top 3 nel WorldSBK e il 92esimo in assoluto nel mondiale. Un traguardo importante per lui, che forse lo porterà a dare del filo da torcere al suo compagno di squadra, Alvaro Bautista, protagonista indiscusso del primo e del secondo round.

Non dimentichiamoci di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK – ZX-10RR) che cercherà in tutto e per tutto di “tirare fuori il coniglio dal cilindro” e ristabilire i vecchi equilibri.
Chi avrà la meglio in Spagna? Quel che è certo è che sarà un altro weekend che ci terrà incollati allo schermo. Che spettacolo!