SBK, Misano – Rea bissa in gara due, Bautista out

Alvaro Bautista perde l’anteriore alla Rio e lascia le Kawasaki dominare la scena con la seconda vittoria del weekend di Jonathan Rea, seguito da Toprak Razgatlioglu e Leon Haslam. 

L’Italia sorride al quattro volte iridato Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK – Kawasaki ZX – 10RR): dopo la vittoria in Gara 1, il nordirlandese trionfa anche in Gara 2 riaprendo la lotta per il titolo e portandosi a sole 16 lunghezze dal leader Alvaro Bautista (Aruba.it – Ducati Panigale V4 R). 

Allo spegnersi dei semafori è proprio lo spagnolo a prendere la testa della corsa, lasciando presagire un’altra volata trionfale. L’alfiere del team Ducati non ha fatto i conti con le insidie del tracciato romagnolo e la Panigale V4R scivola impietosa alla curva Rio per una banale chiusura d’anteriore. Rea ringrazia e prende la leadership, ma non è solo: a fargli compagnia c’è uno straripante Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing – Kawasaki ZX – 10RR) che mette nel mirino la Ninja #1 e la passa portandosi al comando.

Il duello tra le due Kawa è serrato e si riaccende a tre giri dal termine quando Rea decide che a Misano è lui a dover salire sul gradino più alto del podio. La sfida infiamma i tifosi accorsi al Misano World Circuit, ma a spuntarla è proprio Jonathan Rea.

Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team – Yamaha YZF R1) prova a rovinare la festa Kawasaki, ma Leon Haslam (Kawasaki Racing Team WorldSBK – Kawasaki ZX – 10RR) lo beffa e completa un podio tutto verde.

Quinta posizione per un ottimo Michael Ruben Rinaldi (Barni Racing Team – Ducati Panigale V4 R) che fa gli onori di casa davanti a Tom Sykes (BMW Motorrad – BMW S1000 RR) Chaz Davies (Aruba.it – Ducati Panigale V4 R) apparso non all’altezza delle aspettative. Seguono le due Ducati di Michele Pirro (Barni Racing Team – Ducati Panigale V4 R)Lorenzo Zanetti (Team GoEleven – Ducati Panigale V4 R) che chiudono davanti a Jordi Torres (Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX – 10RR). 

Bene Samuele Cavalieri (Motocorsa Racing -Ducati Panigale V4 R) 13°, mentre Alessandro Delbianco (Althea Mie Racing Team –  Honda CBR1000RR) va KO per un problema tecnico.